COMPIANO - Giri2021

IN GIRO 2021

fabio Ranuzzi Giri Londra
TEMPO
LIBERO
Title
Vai ai contenuti
PHOTOS
COMPIANO (PR)
PHOTOS MADE BY US
WORDS ABOUT
QUALCHE ANNEDOTO
Il territorio comunale di Compiano si estende per circa 37 km² all'interno della Val di Taro. Di forma allungata, si incunea fra i comuni di Bedonia, con il quale confine ad ovest e di Borgo Val di Taro, con il quale confina ad est, a sud confina il comune di Albareto e, per un breve tratto, con quello di Tornolo, mentre a nord, nord est il territorio è delimitato da comune di Bardi.

Essendo un comune di montagna, il territorio è soggetto ad escursioni altrimetriche notevoli passando dai 442 m s.l.m. del fondovalle ai 1480 m s.l.m. raggiunti nella parte settentrionale del comune, in prossimità dello spartiacque fra la val Ceno e la Val Taro.

Il capoluogo, posto a 519 m s.l.m. sorge su di un dosso in prossimità del fiume Taro che attraversa per un breve tratto la parte meridionale del comune.
Fin dall'epoca longobarda nella zona vi operano i monaci dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio, il territorio con vari possedimenti era inserito nel grande feudo reale ed imperiale monastico; l'area dell'abitato venne fortemente influenzata dalla presenza dei monaci dell'abbazia di Bobbio e del vicino monastero di San Paolo di Mezzano che realizzarono vari insediamenti fra i quali quelli di Compiano e Isola[13]. Nella prima metà del IX secolo il re d'Italia e futuro imperatore del Sacro Romano Impero Lotario I confermò ai monaci di Bobbio i diritti sul territorio e della corte di Calice (Bedonia), in cui erano inseriti la corte di Tornolo e Compiano.

Attorno al Mille fu terra dei Malaspina sino al XII secolo quando cedettero il possesso di Compiano al comune di Piacenza che lo rese feudo dei Landi.

Posto in posizione strategica a ridosso dei territori della repubblica di Genova fu considerato baluardo a difesa dell'accesso all'alta valle del fiume Taro, per tale motivo fu spesso al centro di dispute territoriali sino a che nel XV secolo fu conquistato da Filippo Maria Visconti che a sua volta lo donò a Niccolò Piccinino.

A metà del XVI secolo Compiano entrò a far parte dei territori controllati dagli spagnoli venendo elevato al rango di contea da Carlo V che in seguito lo restituì ai Landi.

Passato nel 1626 ai Doria divenne possesso dei Farnese all'interno del ducato di Parma e Piacenza perdendo progressivamente di importanza.

Durante la seconda guerra mondiale, nell'estate del 1944 la zona fu teatro dell'operazione Wallenstein, una serie di rastrellamenti di partigiani effettuati da forze nazi-fasciste.

Fonte: WIKIPEDIA

FABIORANUZZI.IT  ~ on line dal 2003 ~
Torna ai contenuti